BOB DYLAN, UN VIAGGIO ON THE ROAD

Di THIERRY DI VIETRI e FIORELLA MAURI

voce e chitarra THIERRY DI VIETRI  

voce  fisarmonica e pianoforte  FIORELLA MAURI

voce e beat box ENRICO PESAVENTO 

dipinto di Primo Valente

Folk, rock, beat, teste pelate che governano, la bomba atomica non fa male, chitarra acustica poi chitarra elettrica, 37 album in studio, 19 raccolte, 14 album dal vivo, innumerevoli bootleg, innumerevoli canzoni, innumerevoli proteste, zero proteste, ritiri in campagna, ritiri spirituali, conversioni, santo natale, infedeli all'opera, voce tarantolata, voce afona, ricordi, voce off, raucedine e acredine, critiche pesanti, nobel, assenza e presenza, di spalle e di fronte, neverending tour, ”i soldi non finiscono mai” tour, “perché mi guardi storto” tour, ricordi, qualcuno getta cartelli per terra e ci pesta sopra, qualcuno è fermo al lato della strada e discute con qualcuno e poi urla e poi nobel, letteratura compressa, lingua dimenticata, lingua straniera, lo capiremo fra cent’anni, mito, icona, assenza presente: Bob Dylan. Una serata dedicata alla musica e alla poetica del cantautore premio Nobel, in un viaggio on the road tra riproduzione live di alcune canzoni e narrazioni.

Download
DEP DYLAN .pdf
Documento Adobe Acrobat 174.0 KB

POLENTA E...VOCI DI DONNE

di Fiorella Mauri
voce e fisarmonica  FIORELLA MAURI 
voce narrante IRMA SINICO   

voce chitarra piva e dulcimer  LUCIANO ZANONATO

Voci di donne: un intenso dialogo tra fole, proverbi, poesie, testimonianze e il "suono de 'na volta" con canti dalla tradizione veneta che si alternano a brani di cantautori. Donne di un tempo, un tempo coraggioso dove il girotondo delle stagioni scandiva le giornate tra i lavori nei campi o fuori casa, la maternità, l'amore, il matrimonio, la preghiera e... la polenta. "Leva su bela che leva la luna el galo canta e la polenta fuma". L'ora della polenta scandisce l'inizio e la fine del giorno e, attraverso questo viaggio di racconti al femminile, ci accompagna a riscoprire la saggezza delle nostre radici. Quel ricordare e portare al cuore che ci fa sentire a casa.